Quadro normativo e regolamentare

La legislazione svizzera nel campo della lavorazione e del commercio dei metalli preziosi è la più rigorosa al mondo. I nostri membri sono supervisionati dall’Ufficio federale di Controllo dei Metalli Preziosi. Al fine di proteggere le industrie ed i consumatori dalle contraffazioni, vengono condotti controlli individuali per determinare il grado di purezza dei metalli. I nostri membri sono soggetti inoltre alla legge federale svizzera in materia di antiriciclaggio, di competenza della FINMA.

Responsabilità e sostenibilità

I nostri membri fondano il proprio operato sul principio “conosci il tuo cliente”. Questo principio è applicato e attuato lungo tutta la filiera di approvvigionamento, sia tramite il rispetto della legislazione vincolante nazionale ed internazionale, sia attraverso l’auto-imposizione di un codice di condotta.

I nostri membri prendono molto seriamente la propria responsabilità sociale d’impresa. Esaminano ed aggiornano costantemente le pratiche commerciali da loro adottate, al fine di raggiungere i massimi standard in ambito sociale, politico, ambientale ed in materia di diritti umani. Hanno inoltre un ruolo attivo all’interno di organismi nazionali ed internazionali allo scopo di gestire da un lato le risorse naturali in modo responsabile e dall’altro di garantire il rispetto dei principi di etica e dei diritti umani lungo tutta la catena di approvvigionamento.

Standard diversi
lungo la filiera

I diversi standard hanno lo stesso obiettivo, ma sono indirizzati a settori differenti. Il “Conflict Free Gold Standard” del Worldwide Gold Council si rivolge alle compagnie minerarie, mentre la “Responsible Gold Guidance” della LBMA è indirizzata alle aziende coinvolte nella lavorazione dei metalli preziosi, ed il “Chain of Custody Standard” dell’RJC assicura invece l’esclusione del lavoro minorile, nonché l’adozione di processi sostenibili in campo ambientale e sociale nel settore minerario.

Better Gold Initiative

Alcuni dei nostri membri sostengono la “Better Gold Initiative” (BGI), una partnership pubblico-privata tra la Swiss Better Gold Association (SBGA) e la Segreteria di Stato dell’Economia (SECO). L’iniziativa attua le raccomandazioni giuridiche non vincolanti dell’OCSE, ponendo la procedura di due diligence nella catena di approvvigionamento dell’oro in primo piano. L’obiettivo principale della BGI è lo sviluppo sostenibile delle piccole cooperative minerarie. Lo scopo è quello di promuovere la trasparenza e la tracciabilità dei prodotti d’oro.

Responsible Gold Guidance

Tutte le raffinerie d’oro che fanno parte della London Bullion Market Association (LBMA) devono soddisfare i requisiti della Responsible Gold Guidance, basata sulle raccomandazioni dell’OCSE in materia di due diligence. Il rispetto delle linee guida viene verificato da un organismo indipendente allo scopo di mantenere degli standard elevati per quanto riguarda la lotta contro il riciclaggio di denaro sporco e contrastare in modo efficace le fonti di finanziamento del terrorismo.

Responsible Jewellery Council

Il Responsible Jewellery Council (RJC) ha sviluppato il proprio Codice di Condotta che valuta e certifica attraverso audit indipendenti, gli standard sul lavoro (in base alla ILO), gli standard in materia di etica, ed il rispetto dei diritti umani sul luogo di lavoro da parte delle aziende associate.

La Chain of Custody del RJC regola l’approvvigionamento di materie prime che vengono lavorate dai membri associati. Ciò comprende, in primis, la valutazione e certificazione dell’origine dei materiali come conflict-free, al fine di assicurare che i profitti derivanti dall’estrazione dell’oro non siano destinati al finanziamento di conflitti armati; in secondo luogo verifica gli aspetti etici ed ecologici relativi alla provenienza del metallo ed all’azienda che si occupa dell’estrazione.

Trasparenza e cooperazione

Lavoriamo a stretto contatto con le autorità svizzere a livello internazionale, nazionale e cantonale, al fine di aumentare la trasparenza e la tracciabilità dei nostri prodotti.

I nostri membri sono estremamente interessati ad una severa regolamentazione dell’industria svizzera dei metalli preziosi, poiché ciò contribuisce a migliorare la reputazione dell’intero settore, così come la sua competitività.